La produzione

Il processo di produzione dei nostri manufatti comincia con la selezione accurata dei materiali da utilizzare nella lavorazione. Il principale cemento utilizzato è il portland ferrico AA.R.S  42,5 N in colorazione grigia e bianca; per quanto riguarda gli inerti si utilizzano inerti lavati di fiume in curva granulometrica, oltre che a vetri, graniglie di quarzo, marmo e porfido.

I materiali selezionati vengono amalgamati attraverso una centrale di betonaggio computerizzata al fine di garantire una produzione quantitativamente e qualitativamente costante, infatti grazie alla presenza di apposite sonde collocate all’interno dei mescolatori e dei silos di stoccaggio è possibile rilevare in tempo reale tutti i dati relativi al calcestruzzo prodotto (unidità, peso, volume, ecc…) per apportare, ove necessario, le opportune azioni correttive. L’utilizzo di appositi fluidificanti è spesso utilizzato, al fine di ridurre la quantità di acqua nell’impasto aumentando così la resistenza del prodotto.

La realizzazione del manufatto avviene mediante l’utilizzo di casseri, di materiali e forme diverse in base al risultato che si vuole ottenere; i materiali utilizzati saranno:

ü  Il legno nel caso in cui si desideri avere un elevato grado di rifinitura estetica

ü  Il polistirolo nel caso in cui si debbano realizzare profili con forme particolarmente complesse e con superfici estremamente liscie

ü  Il ferro nel caso in cui si debbano effettuare ripetute gettate per manufatti ad alta resistenza meccanica.

La realizzazione di questi casseri viene effettuata sia internamente che commissionata (nel caso in cui gli stessi siano realizzati a computer).

Completano la sezione degli stampi le matrici in gomma, le quali permettono di ottenere texture superficiali di qualunque forma e disegno .

Completata l’operazione di gettata, i manufatti vengono tolti dai casseri e sottoposti, nel caso sia necessario, ad ulteriori lavorazioni. Il manufatto finito sarà sottoposta alle operazioni di stoccaggio di magazzino.